Consigli per gli (ultimi) acquisti – I Bookanieri

Se come ogni anno non sapete cosa regalare all’amic*, parente, fidanzat* lettore, non temete! Ci siamo noi che vi consigliamo titoli adatti agli amanti della buona lettura.

Nicole consiglia:

1) Una vita come tante di Hanya Yanagihara (Sellerio).

Di questo libro si potrebbe parlare per ore. È un universo di sofferenza, mastodontico, uno di quei romanzi che non riesci a scollarti di dosso. Non è un regalo perfetto perché ricco di colpi di scena o per trama articolata; lo è perché porta il lettore a entrare in stretto rapporto con il protagonista Jude, a percepirne dolore, desideri, paure.

Sì perché è un romanzo sul dolore fisico e psicologico, è emotivamente devastante e per questo ottimo per chi ama le ambientazioni russe, i momenti che ti fanno pensare “ma perché tutto a lui” (reazione spesso provocata dalla lettura di Dickens) e i classiconi da mille pagine che ti proiettano in un mondo nuovo e permeato dal malessere esistenziale.

Io ci sguazzo.

2) La straniera di Claudia Durastanti (La nave di Teseo).

Dall’America alla Basilicata.

Quando ho iniziato a lavorare sulla storia della mia famiglia avevo in mente due immagini: la mappa e le costellazioni. In più c’è il tema dell’astrologia legato a mia madre e infatti i titoli dei capitoli sono voci dell’oroscopo (famiglia, viaggi, salute, lavoro, amore). “

Un romanzo che sviscera la storia di una famiglia, quella dell’autrice, con grandissima sincerità. Una scrittura che non fa sconti a nessuno. Elegante, raffinata e appassionata. Una narrazione da romanzo sentimentale che può incontrare i gusti dei lettori più diversi.

3) Una edizione originale del libro preferito.

Non è un consiglio così scontato. Molti di noi lettori sono accumulatori compulsivi di belle edizioni. Ecco perché credo che regalare un’edizione a fumetti del romanzo preferito o una con copertina originale della prima edizione pubblicata o semplicemente una edizione particolare del libro del cuore, possano fare la felicità del lettore dai gusti più difficili. Così si va sul sicuro.

Ilaria consiglia:

1) La saga di Geralt di Rivia, The Wicher di Andrzej Sapkowski

Famoso per la serie di videogiochi della CD Projeckt e ora per la serie TV su Netflix con Henry Cavill, Geralt di Rivia nasce dalla penna dell’autore polacco Sapkowski. Due libri di avventure e racconti e cinque sulla saga completa, vi condurranno in un mondo medievale fatto di umani, elfi, nani, magia e mostri. I witcher sono degli abili e potenti mutanti incaricati di estirpare il male dal mondo. Geralt è lo strigo più temuto e finisce sempre coinvolto in pericolose missioni.

2) Le notti bianche di Fedor Dostoevskij

Un piccolo racconto che narra le vicende di un eterno sognatore, che non vive una sua storia perché ne vive tante altre, tutte diverse, tutte immense, quanto lo è l’immaginazione. Finché non giunge Natalia e porta con sé amore, malinconia, sofferenza. Ma è realtà o è sempre stato un sogno? Intramontabile rimane il racconto di Dostoevskij, nel quale i sognatori siamo Noi, è lui, siamo tutti. E lo saremo sempre, a prescindere dal tempo.

3) Carne viva di Merritt Tierce

Un romanzo lucido e devastante sulla vita di Marie, cameriera poco più che ventenne con una figlia. Marie è del tutto rassegnata a una vita strappata, lacerata dalla disperazione. Droga, sesso, autolesionismo, sono la cornice a una mente rotta persa in un tunnel di inadeguatezza e senso di colpa. Con estrema e agghiacciante lucidità, Marie racconta la sua lenta e inesorabile deriva.

Giovanna consiglia:

1) Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas (BUR)


Se è vero che durante le vacanze di Natale cullarsi con un classico è diventato un must, è anche vero che quella del Conte di Montecristo è una storia intramontabile, in cui lealtà e tradimento si scambiano continuamente le parti in un teatro che Dumas ha articolato alla perfezione. E poi, ammettiamolo, Edmond Dantes è diventato emblema della vendetta e la sua impresa è scolpita nei nostri cuori.

Perfetto per riscaldare le feste!

2) La compagnia dell’anello di J. R. R. Tolkien

Personalmente, ogni anno mi dedico al rewatch de Il Signore degli anelli, è una sorta di tradizione. Per quest’anno, suggerisco anche la rilettura del capolavoro fantasy del buon Tolkien nella nuova edizione Bompiani. Qualcuno storcerà il naso per i cambiamenti apportati da Ottavio Fatica, ma la verità è che ripercorrere di nuovo, con parole rinnovate, le avventure degli hobbit può essere un’esperienza ancor più magica. Per i pochi che invece non l’avessero ancora letto, è l’occasione migliore per iniziare!

3) Pink Tank, per le femministe incallite

Avrete sicuramente al vostro fianco un’amica femminista (e se non ce l’avete, c’è qualcosa che non va): Pink Tank è il regalo perfetto per questo Natale: l’Antologia di fumetto femminista raccoglie 9 penne, 9 voci, per raccontare con coraggio il corpo della donna, coacervo di simbolismi dall’alba dei tempi.

A firmarlo, Fumettibrutti, la Tram, Sara Menetti, Alice Milani, Margherita Morotti, Sara Pavan, Cristina Portolano, Silvia Rocchi, Alice Socal. In prefazione, Michela Murgia.

 

Buone letture e buon Natale da I Bookanieri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: